Appennino bolognese. I cittadini pagano tasse e bollette in cambio di disagi e il governo muto sta a guardare

Appennino bolognese. I cittadini pagano tasse e bollette in cambio di disagi e il governo muto sta a guardare

Seguiamo con apprensione e rabbia quello che sta succedendo tra Reggio Emilia, Modena e Parma. Le esondazioni che stanno costringendo un migliaio di persone a lasciare le loro case e che ci preparano alla conta dei danni anche per l’agricoltura, purtroppo dimostrano ancora una volta l’inefficienza di politiche che non sanno mettere in sicurezza il nostro territorio agendo con una efficace prevenzione che manca.
Questo non è accettabile come non lo è il fatto che i cittadini che vivono nelle zone Appenniniche della provincia di Bologna debbano trovarsi ancora a subire disagi, dopo la neve, questa volta per il vento che ha interrotto l’erogazione delle utenze per la scarsa manutenzione degli impianti Enel.
Il governo continua a ignorare questi problemi non dando risposte a domande pressanti dei cittadini che pagano le tasse e le bollette regolarmente in cambio di regolari rischi e disagi