Reggio Emilia, il centrodestra ora deve vincere, il Pd vive una crisi d’identità

Reggio Emilia, il centrodestra ora deve vincere, il Pd vive una crisi d’identità

Riteniamo che questa sia la volta giusta per giocarci l’elezione in Emilia-Romagna che non e’, come spesso viene descritta, una regione ‘rossa’. 

Qui a Reggio Emilia ci sono quattro milioni e 400.000 abitanti e non tutti votano a sinistra. Sono presenti delle sacche di voto di centro e centrodestra che noi intercettiamo e ai bisogni dei quali noi rispondiamo, che soprattutto adesso possono essere convinti dalla forza dei nostri già’ fatto e dall’esempio che stiamo dando nelle regioni in cui governiamo come coalizione a votare per noi, o a ritornare al voto per chi magari un po’ deluso non lo ha fatto le volte precedenti.

Anche in una regione come questa, il Partito Democratico sta vivendo una sorta di crisi di identità’ se pensiamo che a Bologna ha candidato un vetero-democristiano che ha sempre combattuto la sinistra ed e’ stato presidente della Camera in quota centrodestra come Pierferdinando Casini e a Modena la già’ responsabile giovani di Forza Italia e attuale ministro Beatrice Lorenzin.

Di fronte ad un Partito Democratico che ha perso i suoi valori ed e’ spaccato da una sinistra che chiede voti ad un’altra parte di elettorato, il centrodestra deve con la forza delle sue idee e dei suoi progetti vincere queste elezioni.