Governo, gialloverdi maionese impazzita

Governo, gialloverdi maionese impazzita

Altro che cambiamento, questo governo nato da un matrimonio di interesse sta diventando una gialloverde maionese impazzita.  Conflitti all’interno dell’esecutivo, per la spartizione delle nomine, con Lega e M5S all’assalto del’isolato ministro Tria.

Tra i partner di maggioranza, su voucher, legittima difesa e migranti. Con Confindustria, accusata di terrorismo psicologico quando punta il dito su errori e orrori del decreto dignità. Con l’Inps, accusata di aver ispirato manine ostili all’attività di governo.

Su tutto ciò, aleggia il presidente Conte, vaso di coccio tra i vasi di ferro, incapace di trascinare il governo fuori dal ring di una rissa infinita sulla pelle degli italiani.