I dati OCSE confermano le difficoltà dell’Italia, subito Flat Tax

I dati OCSE confermano le difficoltà dell’Italia, subito Flat Tax

L’economia italiana rallenta, l’Italia è l’unico tra i Paesi del G7 a tirare il freno del suo Pil, che indietreggia nel secondo trimestre 2018.
I dati resi noti oggi confermano l’incapacità dell’Italia a competere con i big dell’area OCSE con effetti immediati anche sulla Borsa di Milano in calo mentre i listini delle altre Borse europee sono in decisa crescita. Un quadro a tinte fosche che conferma le difficoltà strutturali della nostra economia.

Comprendiamo che le recenti emergenze del crollo del Ponte Morandi a Genova e dei migranti della nave Diciotti hanno distolto l’attenzione, ma le questioni legate all’andamento dell’economia sono anch’esse un’emergenza continua che il governo Lega-Cinquestelle non riesce a fronteggiare e non possono essere relegate a notizia di secondaria importanza.

E’ evidente che servirebbero misure strutturali, Flat Tax nella versione proposta da Forza Italia, in primo luogo per dare una forte scossa al Paese e per far ripartire l’economia stagnante che non produce nuovi posti di lavoro e non offre prospettive alle nostre imprese e alle nostre famiglie.
Ma questo governo a trazione Cinquestelle che vorrebbe imporre misure assistenzialistiche sbagliate come il reddito di cittadinanza nell’ambito della distruttiva filosofia della decrescita felice, non sarà in grado nell’imminente legge di bilancio a fare i passi da noi auspicati.