Lo stop alla prescrizione vìola Costituzione e democrazia, la Lega fermi il M5s

Lo stop alla prescrizione vìola Costituzione e democrazia, la Lega fermi il M5s

L’emendamento del ministro della Giustizia Bonafede, che mira a fermare la prescrizione dopo il primo grado di giudizio, viola uno dei principi fondanti della Costituzione sulla ragionevole durata del processo. E’ una scelta politica degna di chi professa come i Cinquestelle un’ideologia forcaiola e manettara, secondo la quale si riscrive il famoso ‘fine pena mai’ in ‘fine processo mai’, come se i tempi biblici della giustizia non dipendessero anche da una parte della magistratura, che invece con questo intervento ottiene un ulteriore potere incontrollato, senza dover rispondere di eventuali inefficienze.

Significa consegnare la vita di un cittadino imputato alla mercé di una giustizia senza più limiti temporali per giudicarlo, a una sorta di girone infernale, a un tunnel da cui non sarà facile né semplice vedere la luce. Sarebbe in concreto la realizzazione dell’antitesi dello stato di diritto e un’offesa alla democrazia liberale nata nel 1948.

Combatteremo con ogni strumento parlamentare e politico questa scelta inaccettabile e speriamo che gli amici della Lega respingano insieme con noi, senza alcun dubbio, il tentativo dei loro ‘contraenti’ di governo. Ce lo auguriamo davvero, non riusciamo a pensare possa accadere qualcosa di diverso