Dl semplificazioni, maggioranza in confusione

Dl semplificazioni, maggioranza in confusione

Al Senato governo e maggioranza bloccano i lavori parlamentari. Sul decreto Semplificazioni si sta verificando qualcosa di simile a quanto già accaduto con la legge di Bilancio quando il Parlamento venne completamente esautorato e obbligato a votare a scatola chiusa. Da settimane le Commissioni non riescono ad esaminare il testo del decreto gonfiato da circa 400 emendamenti di M5S e Lega, sui quali ci sono malcelate divisioni nella maggioranza.

Non più un decreto sulle semplificazioni ma un provvedimento ‘omnibus’ inestricabile. Il decreto che doveva essere approvato in prima lettura entro il 16 gennaio è stato rinviato per l’esame dell’Aula al 22 gennaio. Un modo di procedere inaccettabile che comprime i diritti delle opposizioni e che mette in evidenza ancora una volta il dilettantismo e il pressappochismo di una maggioranza in stato confusionale