Emilia Romagna: Grazie a chi si prodiga per controlli post sisma

Emilia Romagna: Grazie a chi si prodiga per controlli post sisma

La scossa di terremoto avvertita distintamente in tutta la Romagna, ma anche in Veneto e nelle Marche, ha comprensibilmente riacceso nella popolazione paure e timori. In queste ore, il nostro primo ringraziamento va ai Vigili del Fuoco, al Dipartimento Protezione Civile, alle Forze dell’Ordine e a quanti sono impegnati per la verifica di eventuali danni, in particolare agli edifici scolastici che sono stati chiusi per precauzione.

Gli eventi sismici riportano ancora una volta, sotto i riflettori, il tema della messa in sicurezza dei nostri istituti scolastici che deve rimanere una ferma priorità di qualunque Governo.

Auspico che, fin dai prossimi giorni, si possa aprire un canale diretto tra territori e Governo per raccogliere le istanze che dovessero arrivare dai Comuni interessati dall’evento sismico. Su questo vigileremo con la massima attenzione, affinché con tempestività siano messi in campo strumenti di sostegno e aiuto ai Comuni e alle popolazioni nel caso dovessero essere riscontrati danni.