Tav, Tria faccia sentire la sua voce

Tav, Tria faccia sentire la sua voce

Qualcuno spieghi a Danilo Toninelli che il referendum consultivo nazionale non è previsto dalla Costituzione. Non si può tollerare che un ministro, chiamato a applicare la Carta, la sconosca.

E’ inaccettabile che i 5Stelle utilizzino falsi e inconsistenti argomenti per non decidere sulla #Tav. Basta con questa supercazzola dilatoria, ogni giorno si inventano pseudo giustificazioni per non decidere, Toninelli esca fuori le carte che tiene riservate al ministero e proponga al governo se la Tav si fa o meno e lo dica ora non dopo le elezioni europee.

Auspico che il ministro dell’Economia Tria faccia sentire forte la sua voce nel governo perché l’invito a smettere di filosofeggiare sulle opere pubbliche lanciato ieri è corretto. L’Italia è in recessione, bisogna aiutare l’economia a crescere. Basta chiacchiere e giochini di potere. 

Tags: