Né dimezzata né rinviata, la plastic tax va cancellata

plastic tax

Né dimezzata né rinviata, la plastic tax va cancellata

Il governo non abolirà la plastic tax.
La conferma è arrivata stamani dal sottosegretario all’Economia Baretta, che ha parlato solo vagamente di uno “sconto”, mentre altre fonti assicurano un dimezzamento.
Come se questo bastasse a non mettere in ginocchio un intero comparto produttivo. Il Pd si è ormai convertito al mantra grillino delle tasse etiche, ed è sordo e cieco di fronte alla necessità di salvaguardare una filiera virtuosa, anche dal punto di vista ambientale, come quella emiliano-romagnola.
Proprio in Emilia-Romagna le ricadute saranno particolarmente pesanti. Qui, infatti, si produce il 63% della plastica italiana, con un fatturato di 5 miliardi di euro, ripartito tra 230 aziende che occupano 17 mila persone.

Non a caso, infatti, il ministro Patuanelli propone di rinviare di sei mesi la tassa sulla plastica: non è una concessione, ma solo un maldestro trucco elettorale per farla entrare in vigore dopo le elezioni regionali dell’Emilia-Romagna.

Noi diciamo basta con i giochi di prestigio: la plastic-tax va abolita!

Per questo daremo battaglia in Parlamento e fuori, contro una tassa inutile e dannosa.

Lunedì 2 dicembre approfondiremo il tema alle ore 17.30 al Zanhotel Europa di Bologna con l’On. Maria Stella Gelmini e la Sen. Maria Alessandra Gallone.