fbpx

Il governo non ci chieda di condividere il disastro-scuola

Bernini: Il governo non ci chieda di condividere il disastro-scuola

Il governo non ci chieda di condividere il disastro-scuola

Di Maio dice che le criticità all’inizio dell’anno scolastico ci sono sempre state, e che sulla scuola dovremmo essere tutti uniti.
Dimentica però due cose fondamentali: che mai un governo aveva avuto quasi duecento giorni di tempo per pianificare l’apertura, e che da marzo noi chiediamo di regolarizzare i precari e di fare un patto con le paritarie per avere più aule.

Il governo non ci ha mai ascoltati. E nonostante la sconfitta al Tar si ostina a definire giusto il ricorso contro il Piemonte sulla misurazione della temperatura a scuola.

Non pretenda dunque solidarietà.
La nostra va solo alle famiglie
che non hanno ancora alcuna certezza sugli orari scolastici dei figli, e soprattutto a quelle dei ragazzi disabili costretti a restare a casa per la mancanza degli insegnanti di sostegno.