Europa: il voto a Forza Italia è interesse nazionale

L’intervista del Presidente Berlusconi al Corriere della Sera non è solo un’analisi perfetta della situazione politica in Italia e in Europa: è un vero e proprio manuale di buongoverno che servirebbe come il pane al nostro Paese. Un ragionamento lucidissimo di un grande leader sul pericolo immane di diventare una colonia cinese, su politiche economiche che impoveriscono imprese e famiglie, sugli errori della Lega che si sta piegando al programma sfascista dei Cinque Stelle.

E, non certo per ultimo, il ruolo che l’Italia dovrà svolgere nel prossimo Parlamento europeo e che passa da uno spostamento dell’asse verso centrodestra, interrompendo la collaborazione tra Popolari e socialisti. I sovranisti saranno marginali, e quello di Berlusconi è un appello di saggezza: la difesa dell’interesse nazionale passa necessariamente dal rafforzamento elettorale di Forza Italia, unico vero strumento per avere più voce in capitolo nel Ppe e riformare l’Unione, e per mandare a casa il governo Conte.