Governo, Toninelli al cellulare offende le istutuzioni

Mentre nell’aula del Senato si parla del dramma di Genova, di vittime, di famiglie disperate, mentre si toccano i tasti dolenti di una città gravemente ferita, per il ministro Danilo Toninelli gli unici tasti che contano sono quelli del suo cellulare, che durante tutti gli interventi ha compulsato di continuo, indifferente ai continui richiami della presidenza, agli inviti di prestare attenzione agli interventi, masticando maleducatamente la gomma da masticare.

Bell’esempio per il Paese e per le scolaresche presenti in aula.

Per Toninelli conta più un suo ghigno su Instagram, un suo post irridente su Facebook, una sua dichiarazione su Twitter, con gaffe annessa, che il dramma di Genova e dei genovesi. Con il suo comportamento provocatorio, con i suoi pugni alzati al cielo in un’aula parlamentare, egli offende le istituzioni che rappresenta.