fbpx

coronavirus Tag

  • Filtra per:
  • Tutto
  • News
25 miliardi

Bene 25 miliardi, ora fare di tutto, costi quel che costi

La scelta del governo di investire 25 miliardi per fronteggiare l’emergenza Coronavirus è un passo importante, perché accoglie la linea anticrisi indicata da Forza Italia. Sappiamo che questa somma non sarà sufficiente, che è solo un inizio, ma la direzione è finalmente quella giusta. L’impegno

Coronavirus, il governo prende tempo, è irresponsabile

L’incontro col governo non è andato bene: si continua a prendere tempo prezioso ma il virus purtroppo corre più veloce dei tentennamenti politici. Noi abbiamo detto con chiarezza che in assenza di interventi radicali, l’emergenza sanitaria diventa economica e subito dopo incontrollabile emergenza sociale. L’Italia deve

Bernini

Serve una vera zona rossa, mezze misure insufficienti

Un governo, in uno Stato di diritto, non lancia appelli alla responsabilità dei cittadini, ma emana delle leggi e punisce chi le viola. Le leggi però devono contenere disposizioni precise, e il decreto che amplia la zona arancione a tutto il Paese è purtroppo lacunoso, lasciando

Anna Maria Bernini

Coronavirus, subito chiarezza sulla ripartizione dei sette miliardi

Il governo ha il dovere di chiarire subito come saranno divisi i sette miliardi e mezzo stanziati per l’emergenza Coronavirus. Milioni di famiglie sono già in difficoltà per le scuole chiuse, c’è stata un’apertura sui voucher per il baby sitting e sul congedo parentale, ma quando

Governo inadeguato, non può dare pagelle al centrodestra

Conte, Zingaretti e Di Maio non trovano di meglio che distribuire pagelle all’opposizione, ma il tentativo di dividerci tra buoni e cattivi è inutile e si commenta da solo. Il centrodestra sta lavorando unito per dare il suo importante contributo per fronteggiare il Coronavirus e le

Mercimonio

Sospendere pagamento imposte e posticipare Iva

Forza Italia ha presentato al governo un piano molto dettagliato per sostenere il sistema delle imprese e non lasciare indietro nessuno, come è doveroso fare di fronte a crisi eccezionali. Per le imprese che registrano crolli significativi di fatturato mensile rispetto al corrispondente mese del 2019

Bernini- dall'ISTAT dati drammatici

Coronavirus, subito misure choc per l’economia

L’Italia in questo momento drammatico ha tre priorità inderogabili: mettere in condizione il sistema sanitario nazionale di fronteggiare il virus, le imprese di restare in piedi e i lavoratori di non perdere l’occupazione. Sull’emergenza sanitaria sono state già assunte decisioni forti, e lo stesso va fatto

Assurdo scaricare ristoratori e baristi il peso del coronavirus

Il governo dica chiaramente se vuole che le attività commerciali, i ristoranti, i bar continuino a lavorare oppure se devono chiudere definitivamente. Nella mia Bologna, ma non solo, ristoratori e baristi sono agghiacciati dal decreto del Consiglio dei ministri che li obbliga a misurare, metro alla

Bernini

Coronavirus: emergenza economica in atto, servono misure urgenti

Questo è il momento dell’unità delle Istituzioni e della condivisione degli obiettivi. Con responsabilità dobbiamo archiviare le divisioni politiche e fronteggiare la situazione legata al diffondersi, nel nostro Paese, del contagio da coronavirus. Ma l’emergenza sanitaria si sta già trasformando in emergenza economica e sociale, con

Bernini- dall'ISTAT dati drammatici

Errori e limiti del governo minano il futuro dell’economia

La situazione è precipitata e il danno d’immagine per il Paese si è già trasformato in un devastante danno economico. Forza Italia aveva chiesto per tempo il principio di massima precauzione, ritenendo insufficiente il blocco dei voli dalla Cina, e non è stata ascoltata. Ora si sta

Bernini

Coronavirus, governo non scarichi colpe su altri

Se le Regioni in materia di salute e tutela del cittadino si sono mosse in modo autonomo e scoordinato è perché il governo ha indugiato per settimane fra sottovalutazione, impreparazione e mancato ascolto degli allarmi. Il premier non può dunque pretendere da una parte unità

Aereporto

Coronavirus, garantire numero di medici adeguato negli aeroporti

Apprendo non senza perplessità della difficile situazione all’aeroporto di Bologna. Quindici medici si erano resi disponibili a garantire il presidio sanitario al Marconi, ma da Roma, a quanto leggiamo, sarebbe arrivato il via libera solo per quattro contratti di co.co.co della durata di tre mesi