fbpx

Chi sono

Laureata con lode in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Bologna nel 1991, ho completato la mia preparazione giuridica all’estero partecipando a diversi programmi di studio, specie negli Stati Uniti.

Ho svolto attività accademica presso l’Università di Bologna, in ultimo come Professore Associato di Diritto Pubblico Comparato incarico da cui sono attualmente in aspettativa per incarichi istituzionali. Sono autrice di numerose pubblicazioni scientifiche e di oltre una decina di monografie che vertono, in particolare, in tema di arbitrato e metodi alternativi di composizione dei conflitti.

Ho esercitato l’attività professionale presso lo Studio Bernini dal 1995, diventando Local Partner dello Studio Bernini associato a Baker & McKenzie dal 2005 e Partner dello Studio Bernini e Associati dal luglio 2008.

Parlamentare dal 2008, Ministro per le Politiche dell’Unione Europea nel 2011, sono stata tra i soci promotori di Fare Futuro e del “Comitato dei Trenta” che gettò le basi per la costituzione del Popolo delle Libertà.

Nella XVII Legislatura, sono stata Vice Presidente Vicario del gruppo PDL-Forza Italia, Capogruppo Forza Italia nella I Commissione Permanente Affari Costituzionali e Capogruppo di Forza Italia nella Commissione parlamentare per l’indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi.

Nella vigente Legislatura XVIII sono stata eletta, all’unanimità dagli altri Senatori, Presidente del Gruppo Parlamentare di Forza Italia – Berlusconi Presidente del Senato della Repubblica, incarico che tutt’ora ricopro.

Mi batto per un’Italia più Libera, Giusta e Moderna.

Leggi il mio profilo completo

Forza Italia

Aderisci a Forza Italia per ricostruire un Centrodestra unito e fornire al nostro Paese un’alternativa al governo più a sinistra della storia della Repubblica.

Aderisci

Ultime news

  • Bernini: Ora il governo tenta inutilmente uno scaricabarile sulla scuola

    Il governo tenta inutilmente lo scaricabarile sulla scuola

    Un sondaggio di Euromedia research registra che il 60% degli italiani non si sente sicuro delle decisioni prese dal governo sulla scuola. E l′80% ritiene che con le aule aperte arriverà una seconda ondata della pandemia. È la conseguenza inevitabile di sei mesi di incertezze......

  • Bernini-forze dell'ordine

    Basta tragedie, stretta per la tutela delle forze dell’ordine

    Il nuovo maxi-sbarco di stanotte a Lampedusa, ma soprattutto la morte del giovane eritreo nell’Agrigentino dopo la fuga da un centro di accoglienza e il ferimento di tre agenti che lo stavano inseguendo dimostrano che servono misure più rigorose, non lo smantellamento dei decreti sicurezza.......

  • Bernini sulle Università

    Non abbandoniamo le Università!

    Il surreale dibattito attorno alla riapertura delle scuole rischia di dimenticare il mondo dell’Università. Tutta l’opinione pubblica è, comprensibilmente, concentrata a decifrare i contradditori e spesso kafkiani messaggi del Ministro Azzolina sulle modalità di riapertura dell’istruzione primaria e secondaria. Ma rischia di dimenticarsi quella universitaria.......

  • Bernini: le scelte di questo governo hanno prodotto finora solo debito cattivo

    Le scelte di questo governo hanno prodotto finora solo debito cattivo

    Il ministro Gualtieri assicura che il governo non farà debito “cattivo” e utilizzerà il Recovery Fund per investimenti e crescita del capitale umano. Ottimi propositi che stridono clamorosamente però con la politica economica portata finora avanti da questo governo. In questi mesi, infatti, i cento......

  • Bernini: lockdown

    Nuovi lockdown? Fallimento del governo

    Tra ritardi e improvvisazioni, il governo continua a inseguire il virus lanciando messaggi contraddittori, prima sulle discoteche aperte e richiuse, ora sul distanziamento tra i banchi di scuola. I tamponi sono tuttora insufficienti, e il tracciamento attraverso Immuni è stato un flop, per cui si......

  • Bernini-forze dell'ordine

    Meeting di Rimini: un abisso tra la visione di Draghi e un governo senza bussola

    C’è un abisso tra la visione strategica esposta da Mario Draghi al meeting di Rimini e la desolante realtà di un governo senza bussola. Il futuro del Paese dipenderà in gran parte dall’utilizzo che verrà fatto dell’inevitabile debito aggiuntivo necessario per arginare gli effetti della......

Temi

Sei temi, tante proposte. Questa l’idea alla base della mia azione politica, per costruire un’Italia nuova, che renda davvero #meritoalmerito.

Diritti ed equità

Un paese in cui la tutela dei diritti sia la regola, non l’eccezione.
Un’Italia nuova, che non lascia indietro nessuno.

Scopri di più

Merito e lavoro

Un paese che riconosce il merito e valorizza le sue eccellenze guardando al domani.
Un’Italia nuova, dove chi vuole e si impegna, può!

Scopri di più

Fisco e crescita

Un paese in cui l’oppressione fiscale e la burocrazia eccessiva non siano più un macigno per le famiglie e un freno per investimenti e sviluppo.
Un’Italia nuova, che crede e sostiene la nostra economia.

Scopri di più

Cultura e libertà

Un paese in cui l’istruzione sia vista come il miglior investimento, perché il sapere è libertà.
Un’Italia nuova, libera e liberale.

Scopri di più

Legalità e giustizia

Un Paese sicuro è un paese che fa rispettare la legge. Ma soprattutto che garantisce la giustizia in tempi rapidi.
Un’Italia nuova, l’Italia giusta.

Scopri di più

Identità e futuro

Un paese con testa al futuro ma con i piedi ben saldi nelle nostre radici identitarie.
Un’Italia nuova, orgogliosa ed europea.

Scopri di più

Social Wall