fbpx

Da Conte nessuna autocritica, ma le colpe del governo sono evidenti

Bernini: conte autocritica

Da Conte nessuna autocritica, ma le colpe del governo sono evidenti

“Da Conte mai una parola di autocritica: stamani, anzi, il premier ha addirittura incolpato la pandemia per essere tornata nonostante gli investimenti fatti dal governo su scuola, trasporti e protocolli sanitari.

Negare la realtà non nasconde però le responsabilità: la seconda ondata di Covid era infatti ampiamente prevista, ma è mancata la programmazione e sono stati sbagliati gli investimenti, vedi monopattini e banchi con le rotelle, mentre non si sono voluti fare accordi con le scuole paritarie e con le aziende di trasporto private per decongestionare il servizio pubblico. Ma la lacuna più grave è il mancato rafforzamento del sistema sanitario, con l’ostinato rifiuto dei fondi del Mes. Per cui attribuire al Covid la colpa dei nuovi disagi a cui sono sottoposti gli italiani è un esercizio autoassolutorio che non incanta più nessuno”.